COCO AVANT CHANEL Megavideo Streaming Rapidshare Megaupload

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

Moderatore: BLACKDRAGSTAR

COCO AVANT CHANEL Megavideo Streaming Rapidshare Megaupload

Messaggioda MarioBros » 02/01/2010, 0:11

COCO AVANT CHANEL

Megavideo Streaming Rapidshare Megaupload link

Genere: Drammatico
Titolo originale: Coco avant Chanel
Nazione: Francia
Anno produzione: 2009
Durata: 110'
Regia: Anne Fontaine
Cast: Audrey Tautou, Benoît Poelvoorde, Alessandro Nivola, Marie Gillain, Emmanuelle Devos
Produzione: Haut et Court – Ciné@, Warner Bros. Entertainement France, France 2 Cinéma
Distribuzione: Warner Bros. Italia
Sceneggiatura: Anne Fontaine, Christopher Hampton, Camille Fontaine, Jacques Fieschi

Immagine



ATTENZIONE :





"Ho aspettato mio padre per quindici anni. Non è mai tornato."
Gabrielle Chanel, soprannominata Coco, è stata tradita dal primo uomo che avrebbe dovuto amarla: suo padre l'ha abbandonata in un orfanotrofio quand'era ancora piccola, trattandola alla stregua di un ingombro del quale disfarsi.
Quindici anni più tardi Coco si ritrova in un cabaret di provincia, dove si esibisce insieme a un'amica per pochi spiccioli, e dove conosce un nobile estroverso e superficiale, Etienne Balsan; dopo alcuni fallimentari tentativi come cantante, Coco riesce a farsi ospitare da Balsan nella sua tenuta, diventando la sua amante occasionale e facendosi mantenere fra i molti agi della ricchezza. Ma la ragazza ha ben altre ambizioni: indifferente, almeno in principio, ai richiami dell'amore, provocatoria per il suo modo di pensare e di vestire, con i suoi abiti estremamente sobri e spesso maschili, Coco desidera guadagnarsi da vivere con le proprie forze, e comincia a realizzare cappellini per le amiche di Balsan.
Nel frattempo, però, i suoi occhi s'incrociano con quelli del gentleman inglese Boy Capel, che sembra provare qualcosa per lei...

Prima di uscire guardati allo specchio e togli qualcosa
Quale triste ironia per Coco Chanel morire di domenica, il giorno che amava di meno poiché dedicato al riposo. L'instancabile laboriosità di una delle prime donne moderne, inizialmente mantenuta "di lusso", poi amante libera, e infine creativa imprenditrice di se stessa, è alla base del successo di questa vera e propria icona del Novecento, una delle figure femminili maggiormente impresse nell'immaginario popolare. Ma l'efficace titolo del film, Coco avant Chanel, rivela la vera natura dell'operazione: qui si narra infatti la Coco che precede il "mito", gli amori, le sofferenze, i sogni di grandezza ("faranno a gara per sedere alla nostra tavola", dice Gabrielle), prima che tale grandezza fosse effettivamente conquistata negli atelier e sulle passerelle, o più propriamente su quegli scalini dove Coco sedeva, flessuosa ed elegante, ad ammirare le sue creature.
La regista Anne Fontaine riesce così a evitare gli abusati cliché del genere bipic (lotta per l'affermazione individuale, ascesa, successo...), concentrandosi piuttosto sul carattere del personaggio ed evidenziando gli elementi di protofemminismo che emergono dalla sua figura. Ne risulta un ritratto delicato, sensibile e attento, in cui le inquadrature strettissime sul volto di Coco sembrano ansiose di coglierne ogni singolo mutamento, ogni sguardo curioso e indagatore; quello stesso sguardo che ha fondato la moda femminile contemporanea, sgravando il look da ogni genere di eccesso in favore di una libera e raffinatissima sobrietà.
Ed è uno sguardo in cui la brava Audrey Tatou, attrice ormai matura, riesce a calarsi con un'intensità quasi "mimetica", tale è la somiglianza con il personaggio, e la sottigliezza delle sfumature emotive tratteggiate tanto dal suo volto, quanto dalla sceneggiatura della stessa Anne e di Camille Fontaine, coadiuvate da Christopher Hampton e Jacques Fieschi.
Resta allora la piacevole sensazione di un buon film, coinciso e privo di lunghezze, essenziale come lo stile elaborato della sua indimenticabile protagonista: una donna in anticipo sui tempi, autonoma e irriverente, forse la prima a incrinare la soffocante e ormai anacronistica dominazione (sociale, economica, culturale...) di marca maschile.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Cinema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron