PARNASSUS Megavideo Streaming Rapidshare Megaupload Link

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

Moderatore: BLACKDRAGSTAR

PARNASSUS Megavideo Streaming Rapidshare Megaupload Link

Messaggioda MarioBros » 30/12/2009, 14:39

PARNASSUS - L'UOMO CHE VOLEVA INGANNARE IL DIAVOLO

Megavideo Streaming Rapidshare Megaupload Link

Genere: Fantasy
Titolo originale: The Imaginarium of Doctor Parnassus
Nazione: Canada, Francia, Regno Unito, Stati Uniti
Anno produzione: 2009
Regia: Terry Gilliam
Cast: Christopher Plummer, Tom Waits, Lily Cole, Andrew Garfield, Richard Riddell, Simon Day, Johnny Harris, Heath Ledger, Johnny Depp, Jude Law, Colin Farrell
Produzione: Davis-Films, Infinity Features Entertainment, Parnassus Productions, Grosvenor Park Productions
Distribuzione: Moviemax
Sceneggiatura: Terry Gilliam, Charles McKeown

Immagine



ATTENZIONE :





Una scommessa diabolica
Il Dottor Parnassus possiede il dono formidabile di riuscire a realizzare i sogni delle persone che assistono ai suoi spettacoli, offrendo al pubblico la possibilità di oltrepassare la realtà attraverso uno specchio magico. Tuttavia questa magia ha un prezzo perché legata ad un patto fatto con il Diavolo, il quale adesso vuole in cambio la sua controparte. Ma Parnassus, che conosce il perfido Lucifero come le sue tasche, è convinto di poterlo ingannare in modo da porre rimedio una volta per tutte agli errori compiuti in passato…

Trionfo dell’immaginazione
The Imaginarium of Doctor Parnassus, titolo originale del film, è il nome di uno spettacolo itinerante composto da una compagnia di artisti girovaghi che si sposta su di un fatiscente teatro trainato da cavalli e si esibisce in luoghi particolari, ritraenti sullo sfondo i simboli più famosi della città di Londra. Inizialmente, una serie di inquadrature notturne e ventose ci introducono in un’area dominata dal profilo familiare del Tower Bridge; poi veniamo catapultati al centro di una rissa tra ubriachi all’ombra imponente della Southwark Cathedral; e in seguito ci troviamo all’interno di una zona invasa dai mafiosi russi nei gloriosi confini vittoriani di Leadenhall Market. Anche il personaggio principale, Tony, interpretato da Heat Ledger, su cui è stato modellato e ripensato tutto il film dopo la sua morte prematura, compare per la prima volta in un luogo conosciuto, appeso a una corda e pericolosamente in bilico nell’atmosfera gelida del Blackfriars Bridge, sopra il fiume Tamigi. Tornato dietro la macchina da presa, Terry Gilliam omaggia dunque con le sue immagini la capitale britannica, soprattutto nella prima parte, e fa dialogare l’esterno della City con un mondo interiore magico e meraviglioso, creato dai momenti di trance del Dottor Parnassus e dalla fantasia degli spettatori, che per alcuni istanti possono vedere materializzati i loro desideri più nascosti, decidendo se sopravvivere a essi oppure lasciarsi risucchiare. Il tutto è possibile grazie all’attraversamento di una soglia, uno specchio magico donato a Parnassus centinaia di anni fa dallo scanzonato e divertente Mr. Nick, il Diavolo in carne e ossa (portato ottimamente in scena dal cantante Tom Waits), che in cambio di questo prodigioso potere e dell’immortalità ha preteso l’anima della preziosa figlia di Parnassus, Valentina. Il Dottore, vecchio di millenni, assistito dallo spregiudicato Tony, dal cinico e sarcastico Percy e dal giovane tuttofare Anton, tenta un’ultima scommessa con il Diavolo, proiettando l’intera compagnia in un viaggio immaginativo fatto di continue sorprese e svolte narrative.
Come sempre accade in un’opera di Terry Gilliam, da Brazil a 12 Monkeys, oltre al racconto coinvolgente e fascinativo di superficie non manca un sottotesto più profondo in grado di fornirci ulteriori chiavi di lettura. Il Dottor Parnassus, infatti, non è altro che il custode di un mondo di cui Gilliam è il Demiurgo assoluto: dunque è come se avessimo da una parte il regista o l’artista che crea la fantastica illusione (l’Imaginarium piuttosto che il Cinematografo) e dall’altra gli spettatori, non solo il pubblico delle esibizioni dal vivo ma anche quelli seduti in sala, che assistono affascinati e nello stesso tempo impotenti davanti alla fantasmagorica sfilza di immagini e al gigantesco caleidoscopio di luci e colori fluttuante sullo schermo; puntuale inoltre la riflessione sull’uomo, sulla facoltà di scegliere il proprio destino e quindi sul libero arbitrio. Questi spunti diventano evidenti quando la “magia” si compie per la prima volta e un ragazzo ubriaco di nome Martin oltrepassa di forza la soglia misteriosa. Davanti a lui si presenta subito il classico bivio: la strada buona, quella in salita, o la strada cattiva, più facile e in discesa. Le conseguenze della scelta saranno comunque inevitabili e sempre col suddetto personaggio prende vita anche il principio del mutamento d’aspetto, cioè il cambio di identità che alcuni personaggi subiscono non appena passano dall’altra parte. Questo è stato l'espediente che ha consentito a Gilliam di salvare in qualche modo la straordinaria interpretazione del suo attore, sostituito niente di meno che da Johnny Depp, Jude Law, Colin Farrell (tutti amici di Heat che hanno dimostrato grande generosità nel devolvere i loro compensi alla figlia dell’attore). Così ogni volta che Ledger attraversa lo specchio non solo assume sembianze diverse ma viene anche interpretato da uomini con personalità e caratteristiche differenti, finché si arriva all’ultimo personaggio, quello interpretato da Colin Farrell, che rivela forse il vero volto di Tony. Il ruolo di Heat Ledger è quindi diventato alla fine più complesso di quello che in realtà doveva essere.
Gilliam, insomma, ha utilizzato una soluzione intelligente per rimediare all’assenza della sua star e inoltre il cambio d’identità si è dimostrato un elemento di rilievo a livello filmico, poiché, in tal modo, quando si entra nello specchio le cose possono essere diverse, migliori o peggiori, diventando straordinarie e incredibili. Sommando questi elementi al talento visionario del regista americano, il pubblico non può far altro che prepararsi a intraprendere questo viaggio sulle montagne russe dell'immaginazione.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Cinema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron